Associazione Proprietari Allenatori e Allevatori Cavalli da Palio Siena
info@cavallidapaliosiena.it 339 121 7590 facebook

Un passo verso il futuro

Lettera a cuore aperto del Presidente Massimiliano Ermini
Leggi

Comitto direttivo 2018

Organigramma e programma

Come associarsi

Diventa socio. Istruzioni

Download

Documenti utili da scaricare

Associazione Proprietari Allenatori Allevatori Cavalli da Palio

L'Associazione Proprietari Allenatori Allevatori Cavalli da Palio Nasce nel 2013 per volontà dei Signori Savelli Mario, Pascucci Pepi Chiara, Mureddu Monica, Grazzini Maurizio, Carapelli Maria Pace, Berni Simone, Fusai Mario, Ticci Francesco e Fracassi Mario.

L'associazione nasce per tutelare i diritti dei cavalli, dei proprietari, degli Allenatori e degli allevatori di cavalli da Palio.

Scopi dell'associazione

  • Tutelare

    tutelare i diritti dei cavalli dei proprietari degli Allenatori e degli allevatori
  • Rappresentare

    rappresentare difendere e promuovere gli interessi dell'associazione e dei suoi iscritti presso le istituzioni cittadine presso il magistrato delle Contrade e o presso altre figure costituite allo scopo di tutelare il palio
  • Interloquire

    proporsi come interlocutore presso l'amministrazione comunale e presso i capitani delle Contrade sull'argomento "protocollo equino" e quant'altro attinente il cavallo da palio le attività dell'associazione

ARTICOLI DELLO STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE

 

Articolo 1: Denominazione
“L’associazione proprietari, allenatori e allevatori cavalli da Palio” d'ora in poi chiamata per brevità “associazione” è costituita nel rispetto della normativa dettata dal Codice Civile ed ai sensi della legge 7 dicembre 2000 n. 383.
Articolo 2: Sede
L'associazione ha sede legale in Siena, viale Cavour n 136. Il trasferimento della sede nell'ambito del comune di Siena non comporta modifica al presente statuto .
Articolo 3: Durata
La sua Durata è illimitata
Articolo 4: Destinazione degli utili
L'associazione non ha scopo di lucro e gli eventuali utili non potranno essere ripartiti anche indirettamente fra gli associati. Questi dovranno essere reinvestiti nell'associazione stessa .
Articolo 5: Scopi dell'associazione
Scopo dell'associazione è:
  • tutelare i diritti dei cavalli, dei proprietari, degli Allenatori e degli allevatori;
  • rappresentare, difendere e promuovere gli interessi dell'associazione e dei suoi iscritti, presso le istituzioni cittadine presso il magistrato delle Contrade e/o presso altre figure costituite allo scopo di tutelare il Palio;
  • proporsi come interlocutore allo scopo di tutelare interrutori presso l'amministrazione comunale e presso i Capitani delle Contrade sull'argomento “Protocollo equino” e quant'altro attinente il cavallo da Palio.
Le attività dell'associazione e le sue finalità sono ispirate a principi di pari opportunità tra uomini e donne e rispettose dei diritti inviolabili della persona.
Articolo 6: Gli associati
Sono ammessi a far parte dell'Associazione tutti gli uomini e le donne che ne accettano lo statuto e i regolamenti interni che condividono gli scopi dell'Associazione si impegnino al raggiungimento degli stessi. L'organo competente a deliberare sulle domande di ammissione degli aspiranti associati è il Comitato Direttivo, il quale delibera su domanda del richiedente. Tutti i dati personali raccolti saranno soggettI a riservatezza ed impiegati per le sole finalità dell'associazione previo assenso dell'associato. Il diniego va motivato. All'atto dell'ammissione l'associato si impegna al versamento della quota associativa annuale nella misura fissata dal Comitato Direttivo ed approvata in sede di bilancio dell'Assemblea ordinaria. La quota associativa è intrasmissibile e non è rimborsabile. L'associato si impegna, inoltre, al rispetto dello Statuto e dei regolamenti emanati.
Ci sono tre categorie di associati:
  • Fondatori: sono coloro che sono intervenuti alla costituzione dell'associazione, hanno diritto al voto, sono eleggibili alle cariche dell'Associazione, la loro qualità di associato a carattere di perpetuità, non è soggetta ad iscrizione annuale ma solo al pagamento della quota associativa.
  • Effettivi: sono coloro che hanno chiesto ed ottenuto la qualifica di associato. Hanno diritto al voto e sono eleggibili alle cariche dell'Associazione. La loro qualità di associato è subordinata all'iscrizione iniziale ed è rinnovata annualmente con il pagamento della quota associativa. Il numero degli associati effettivi a illimitato onorare sono nominati al Comitato Direttivo e questi vengono scelti Franco loro si sono particolarmente distinti nell'ambito della Difesa di diritti del cavallo.
  • Onorari: sono nominati dal comitato direttivo e questi vengono scelti fra coloro che si sono particolarmente distinti nell'ambito della difesa dei diritti del cavallo o che siano personalità particolarmente insigni per il pubblico. Gli associati onorari non pagano quote associative, non hanno diritto al voto non sono eleggibili a cariche dell'Associazione.
Articolo 7: Diritti e doveri degli associati Gli associati aderenti all'associazione hanno diritto di eleggere gli organi dell'associazione e di essere eletti a loro volta negli stessi organi. Le attività svolte dagli associati a favore dell'associazione e per il raggiungimento dei fini associativi sono svolte prevalentemente a titolo di volontariato è totalmente gratuite. Tutti gli associati hanno diritto di accesso a documenti dell'Associazione. Gli associati hanno il dovere di mantenere un atteggiamento decoroso e non lesivo per l'Associazione, devono essere animati da spirito di correttezza, buona fede di onestà nei confronti degli associati, nei confronti delle persone esterne all'Associazione e principalmente nei confronti delle Istituzioni cittadine preposte alla gestione della festa, presentando cavalli potenzialmente idonei alla corsa del Palio.
Articolo 8: Recesso/esclusione dell'associato L'associato può recedere dall'Associazione mediante comunicazione scritta da inviare al Comitato Direttivo. Il recesso in questo caso ha effetto immediato. L'associato può anche recedere non pagando la quota associativa annuale e quindi non rinnovando così espressamente l'iscrizione annuale. L'associato può essere escluso dall'Associazione in caso di inadempienza dei doveri previsti dall'articolo 7 o per altri motivi gravi e abbiano arrecato danno morale e/o materiale all'Associazione. L'esclusione dell'associato è deliberata dal Comitato Direttivo e ratificata dall'assemblea degli associati.  

Per leggere tutti gli articoli, scarica il pdf dello Statuto